Orsini Arte

GIACOMO TRECOURT

(Bergamo, 1812 – Pavia, 1882)

 

Ritratto di famiglia, 1840 circa.

 

Olio su tela, 181 x 143 cm.

 

 

Questo inedito ritratto di famiglia si può certamente annoverare tra le prove più convincenti del pittore Giacomo Trecourt. Allievo di Giuseppe Diotti all’Accademia Carrara, la sua brillante carriera si svolge tra Bergamo e Pavia, dove nel 1842 viene nominato professore di pittura presso la Civica Scuola. Rappresentare la realtà dei sentimenti è ciò che maggiormente interessa al Trecourt, che riscopre a distanza di secoli la lezione tutta lombarda del Luini e del Moroni, aggiornandola secondo una tecnica di ascendenza hayeziana, basata sulla nettezza grafica dei contorni, sulla solidità e l’equilibrio dei volumi e sull’alternanza tonale dei colori, ottenuta con l’accostamento di impasti puri e velature nette. La tradizione però si fonde col presente: così legati all’attualità del tempo appaiono i fanciulli vestiti all’orientale come due “piccoli Byron”, forse veicoli di un messaggio di adesione alla causa dei patrioti greci, allora impegnati nella lotta per l’indipendenza dal dominio ottomano, in ogni caso esempi di sofisticata quanto eccentrica eleganza.

 

Il Prof. Fernando Mazzocca ha confermato l’attribuzione del dipinto a Giacomo Trecourt.

Copyright Orsini arte e libri - Web Developement Obdo - graphic and web