Orsini Arte

MONOGRAMMISTA LMR

Attivo negli Stati Uniti intorno alla metà del XIX secolo

Ritratto di Luciano Murat

1841

Matita e acquerello su cartoncino color nocciola entro cornice dorata (175 x 130 mm) applicato su cartone color panna decorato con cornucopie a rilievo (285 x 230 mm)

Firmato e datato “LMR 1841”

In cornice dorata coeva.

 

The portrait of the son of Gioacchino Murat, King of Naples, and Carolina Bonaparte, Napoleon's sister, drawn by an American miniaturist.

 

Questo ritratto in miniatura di Luciano Carlo Giuseppe Napoleone Murat (Milano, 1803 – Parigi, 1878), secondogenito del re di Napoli Gioacchino Murat e di Carolina Bonaparte, sorella di Napoleone, fu con ogni probabilità eseguito durante il soggiorno di Luciano negli Stati Uniti, che riuscì a raggiungere dopo un primo tentativo fallito a causa di un naufragio e della conseguente prigionia in Spagna. Durante il periodo trascorso oltreoceano Luciano ebbe una certa sfortuna negli affari ma trovò l’amore: nel 1831 sposò a Trewton, New Jersey, Caroline Georgina Fraser, che lo seguì nel suo ritorno in Francia. Luciano intraprese la carriera politica, agevolata dalla parentela con Luigi Napoleone, futuro Napoleone III. Fu più volte deputato dell’Assemblea francese, Ministro plenipotenziario a Torino, Colonnello della Guardia Nazionale, Gran Maestro della Massoneria transalpina e, nel 1853, ricevette il titolo di Principe. Ma il suo vero sogno era quello di riconquistare il Regno delle Due Sicilie, riprendendosi la corona che avevano strappato a suo padre. Sorse così un movimento politico denominato Murattismo che appoggiò la rivendicazione di Luciano ma non riuscì mai a creare il consenso necessario per tentare la cacciata dei Borboni. Durante gli accordi di Plombieres (1858), il cugino Napoleone III era riuscito anche a convincere Camillo Benso Conte di Cavour che la soluzione murattiana fosse la migliore, ma il proposito non ebbe seguito e Luciano alla fine si disimpegnò, trascorrendo l’ultimo periodo della sua vita alle Folies Bergeres, quando liberò la sua indole gaudente che seppur a tratti era emersa anche in età più verde, come nel periodo americano, a cui fa riferimento la nostra miniatura, di bella qualità, che lo raffigura all’età di 38 anni. Di Luciano si ricordano anche gli splendidi ritratti da fanciullo, da solo o insieme alla famiglia, eseguiti da Gerard, Isabey, Descamps e Rolland, oppure, in età già avanzata, la sua pingue figura la si ritrova riprodotta in xilografia o su fotografie sbiadite.

€ 1800
Copyright Orsini arte e libri - Cookie Policy - Privacy Policy - Web Developement Obdo - graphic and web