9923_candidi

CANDIDI DIONIGI, Marianna. Precetti elementari sulla pittura de' paesi. Roma, De Romanis, 1816.

In-8; V, (3), 151, (2) pp. Esemplare in barbe con 13 tavv. calcografiche rip. f.t. Leg. in carta marmorizzata. Tassello con il titolo in oro al dorso.

Marianna Candidi Dionigi si avviò alla pittura di paesaggio sotto la guida di Carlo Labruzzi, ma fu anche archeologa e studiosa di musica. Il suo salotto romano divenne un punto d’incontro per artisti e intellettuali. Tra gli altri lo frequentarono Monti, Shelley, Canova, Leopardi e Cimarosa. La sua opera teorica, tesa a valorizzare il "genere di pittura a paesi", fu presentata all'Accademia di S. Luca e da essa approvata nel 1808, ma stampata solo nel 1816. Si tratta di una delle pochissime trattazioni dedicate all'arte del paesaggio in epoca neoclassica, quando l’attenzione era quasi totalmente volta alla pittura di figura. Il nostro esemplare è ancor più interessante perché appartenuto a Charlotte Bonaparte, figlia di Joseph Bonaparte, fratello di Napoleone, e di Julie Clary, di cui porta l’autografo nel frontespizio (“Charlotte Napoliona”). Charlotte fu una buona pittrice, soprattutto di paesaggio, tecnica che apprese dal pittore Muller durante la sua permanenza a Firenze e che approfondì leggendo varie opere sull’argomento come quella qui presentata. Di Charlotte si conoscono vari acquerelli con vedute della Toscana e d’Italia, un album di vedute italiane in litografia stampato a Firenze nel 1828, e due tavole del “Viaggio pittorico delle Maremme toscane” (1835) tratte da suoi disegni.

€ 1400
Copyright Orsini arte e libri - Cookie Policy - Privacy Policy - Web Developement Obdo - graphic and web